Area Abbonati
LoginPassword
DOI 10.1707/2702.27645 Scarica il PDF (51,6 kb)
Ric&Pra 2017;33(3):141



Fondazione La Città del Sole Onlus


La Fondazione “La città del sole” – Onlus è attiva dal 1998, elabora le proprie scelte strategiche (progettuali, finanziarie e organizzative) attraverso un Consiglio Direttivo, mentre il Comitato Scientifico valuta e valida i progetti della Fondazione, proponendo eventuali nuove linee di intervento ed ampliando la rete di relazioni che la Fondazione intrattiene sull’intero territorio nazionale. Tramite i propri consulenti elabora progetti specifici, seleziona supporta e supervisiona tutti i soggetti che a vario titolo afferiscono anche temporaneamente ai diversi progetti. La Fondazione si avvale inoltre di collaboratori che vengono attivati a partire dalle esigenze dei singoli progetti e dell’opera di numerosi volontari e volontarie.
I progetti
Il Progetto PRISMA (Programma di Ricerca-Intervento Salute Mentale e Autonomie) si propone di individuare e/o rafforzare e/o costruire una rete di situazioni “normali” di residenzialità, di occupazione, di tempo libero, di vacanza, in cui soggetti con problemi psichici trovino risposte di qualità alle loro esigenze. In concreto PRISMA si propone di elaborare e attuare “progetti di vita integrata” per persone con disabilità psichica grave, medio-grave, lieve.
È convinzione della Fondazione che un progetto di vita integrata costruito su questi presupposti possa offrire opportunità perché la riabilitazione sociale sia anche riabilitazione socio-sanitaria. Ogni progetto di vita integrata, per essere davvero in grado di rispondere, 24 ore su 24, alle esigenze di una persona con patologia psichica e del suo contesto familiare, deve prevedere per la stessa una rete di sottoprogetti articolati in: a) area formazione/lavoro; b) area del tempo libero e delle vacanze (con attività di gruppo e/o individuali, strutturate e non, ma sempre personalizzate); c) area della residenzialità come “patto di cura” (articolata in partecipazione alla gestione dell’appartamento con coinquilini cosiddetti “normali”, cena comune, incontri con amici, riposo notturno e colazione al mattino); d) area degli spostamenti (trasporto nel luogo di lavoro o del tempo libero o di residenza o di terapia o altro); e) area degli interventi terapeutici; f) area di sostegno alla famiglia; g) area dell’organizzazione.



Accanto alla sperimentazione di nuovi modelli sociali per l’integrazione, la Fondazione si propone di attivare al meglio il momento della comunicazione delle esperienze realizzate. In un’ottica di inclusione e superamento dei pregiudizi sulla disabilità mentale, le attività legate alla cultura diventano la base fondante di un percorso di fusione tra l’aspetto sociale e l’aspetto sanitario. L’evoluzione naturale di queste premesse è stato pensare ad un’attività che potesse narrare la disabilità psichica attraverso diverse angolazioni, con uno dei linguaggi più completi ed affascinanti: quello cinematografico e documentaristico.
Nel 2014 la Fondazione ha lanciato un nuovo festival di cinema documentario dedicato alle tematiche sociali e socio-sanitarie, il PerSo – Perugia Social Film Festival.
Il progetto un Angolo di Economia Solidale ha inizio negli anni 2000, tra la Fondazione e Monimbò (Bottega del Mondo soc. coop. soc.). Grazie a tale collaborazione, nel corso degli anni alcuni utenti della Fondazione hanno esperito percorsi di inserimento lavorativo all’interno della Bottega del Commercio Equo e Solidale di Perugia. La collaborazione prevede che la Fondazione progetti e supervisioni la parte di integrazione di persone con disagio psichico e di inserimenti lavorativi per costruire nuovi percorsi di integrazione all’interno del nuovo punto vendita. •

Per maggiori informazioni
FONDAZIONE LA CITTÀ DEL SOLE ONLUS
Via XX settembre 72, 06121 Perugia
Tel e Fax 0755731265
Email: fondazionecittadelsoleonlus@gmail.com